CENTRO PELVI PERINEALE (CPP), ideato dal Dott. Carmelo Geremia, dedicato alla DIAGNOSI E CURA DELLE MALATTIE DEL PAVIMENTO PELVICO. L’azione terapeutica si avvale di tecniche di Riabilitazione come il Biofeedback (BFB), l’Elettrostimolazione Funzionale (ESF) e la Chinesiterapia Pelvi Perineale (CPP). Informazione medico-scientifica nel contesto delle Malattie Ano-Retto-Coliche e del Pavimento Pelvico
EVENTI & CONGRESSI

Per Appuntamenti:

MINERVA ECOGRAFICA - Studio Medico Polispecialistico
Reggio Calabria
via Zecca, 7
Tel. 0965 897450 - 895331 - 3356072106

ARTEMIDE Centro Medico Polispecialistico
Reggio Calabria - Complesso Ulisse
Via Soccorso a mare, 6 – scala D – 1° piano
Tel.: 335 6072106

GASTROStudio
Bianco (RC)
Via A. Spanò (angolo SS 106)
Cell.: 335 6072106

CENTRO MEDICINA FACILE
Cosenza
via Giacomo Mancini, 172
Tel.: 0984 396335 - 335 6072106

UCP-MESSINA (sede)
Messina
via Alessio Valore, 21
Tel.: 090 662741

E-mail: dott.carmelogeremia@libero.it
01-05-2017
DISFUNZIONE DEL PAVIMENTO PELVICO - TERAPIA RIABILITATIVA
COSA SI INTENDE PER “ PATOLOGIE DA DISFUNZIONE DEL PAVIMENTO PELVICO ”Le patol [...]

Leggi ...

19-03-2017
LA SINDROME DEL DOLORE PELVICO CRONICO NEL MASCHIO
La SINDROME da DOLORE PELVICO CRONICO (CHRONIC PELVIC PAIN SYNDROME - CPPS) è u [...]

Leggi ...

Isciviti alla Newsletter per essere aggiornato su Eventi, Congressi e tanto altro, ricevendo le informazioni direttamente sulla tua email.
18-08-2010
MALATTIA DI CROHN: CON INFLIXIMAB UNA SVOLTA NELLA TERAPIA

La malattia di Crohn è una malattia infiammatoria cronica intestinale ad eziologia sconosciuta. L' impiego di "farmaci biologici" il più precocemente possibile è in grado di arrestare la progressione della malattia di Crohn. Una vera rivoluzione dunque, per i numerosi pazienti (ogni anno in Italia vengono poste circa due mila nuove diagnosi) per lo più giovani, affetti da questa malattia grave e invalidante che compromette significativamente la qualità di vita. I "biologici" sono gli unici farmaci in grado di intervenire non solo sui sintomi, ma soprattutto sull' evoluzione della patologia. A conferma vi sono i recenti risultati dello studio SONIC (Study of Biologic and Immunomodulator Naive Patients in Crohn's) che è stato pubblicato sul prestigioso New England Journal of Medicine (Colombel JF et al. New Engl J Med 2010; 362: 1383-95). In sintesi dal SONIC emerge come l' uso precoce del farmaco "biologico" infliximab in monoterapia o in associazione con azatioprina, in pazienti di nuova diagnosi e subito dopo il fallimento della terapia steroidea, sia in grado di determinare la guarigione della mucosa e la remissione della malattia nel 70% dei casi. Si tratta di risultati davvero importanti con ricadute significative per il paziente: il nuovo approccio terapeutico migliora la qualità di vita, limitando il ricorso alle terapie steroidee e alla chirurgia.

 


« Archivio