CENTRO PELVI PERINEALE (CPP), ideato dal Prof. Dott. Carmelo Geremia, dedicato alla DIAGNOSI E CURA DELLE MALATTIE DEL PAVIMENTO PELVICO. L’azione terapeutica si avvale di tecniche di Riabilitazione come il Biofeedback (BFB), l’Elettrostimolazione Funzionale (ESF) e la Chinesiterapia Pelvi Perineale (CPP). Informazione medico-scientifica nel contesto delle Malattie Ano-Retto-Coliche e del Pavimento Pelvico
DIAGNOSTICA

Per Appuntamenti:

MINERVA ECOGRAFICA - Studio Medico Polispecialistico
Reggio Calabria
via Zecca, 7
Tel. 0965 897450 - 895331 - 3356072106

ARTEMIDE Centro Medico Polispecialistico
Reggio Calabria - Complesso Ulisse
Via Soccorso a mare, 6 – scala D – 1° piano
Tel.: 335 6072106

GASTROStudio
Bianco (RC)
Via A. Spanò (angolo SS 106)
Cell.: 335 6072106

CENTRO MEDICINA FACILE
Cosenza
via Giacomo Mancini, 172
Tel.: 0984 396335 - 335 6072106

UCP-MESSINA (sede)
Messina
via Alessio Valore, 21
Tel.: 090 662741

E-mail: dott.carmelogeremia@libero.it
01-05-2017
DISFUNZIONE DEL PAVIMENTO PELVICO - TERAPIA RIABILITATIVA
COSA SI INTENDE PER “ PATOLOGIE DA DISFUNZIONE DEL PAVIMENTO PELVICO ”Le patol [...]

Leggi ...

19-03-2017
LA SINDROME DEL DOLORE PELVICO CRONICO NEL MASCHIO
La SINDROME da DOLORE PELVICO CRONICO (CHRONIC PELVIC PAIN SYNDROME - CPPS) è u [...]

Leggi ...

Isciviti alla Newsletter per essere aggiornato su Eventi, Congressi e tanto altro, ricevendo le informazioni direttamente sulla tua email.

L’ ESAME OBIETTIVO PELVI - PERINEALE

Si afferma in modo sempre più incisivo il ruolo della semeiotica strumentale per una più approfondita conoscenza dei meccanismi  implicati nella patogenesi delle anomalie della statica pelvica e per un migliore inquadramento diagnostico delle disfunzioni pelvi-perineali che con tali anomalie appaiono strettamente connesse.
Bisogna però sottolineare che un corretto approccio clinico dei disturbi colonproctologici ed uro-genitali deve necessariamente includere, in primis, una raccolta anamnestica ed un accurato esame obiettivo del pavimento pelvico.
E’ importante, infine, che il paziente abbia una sua scheda personale che caratterizzi precisamente il complesso disfunzionale, per meglio programmare il trattamento terapeutico (riabilitativo, farmacologico o chirurgico).
 


Pagine Correlate: